• +080 5425168
  • info@villaggiobari.it

Omelia del Giorno – 14 aprile 2023

Omelia del Giorno – 14 aprile 2023

“…Allora quel discepolo che Gesù amava disse a Pietro:

«È il Signore!». Simon Pietro, appena udì che era il Signore,

si strinse la veste attorno ai fianchi, perché era svestito, e si gettò in mare”

(Gv 21,1-14 qui il testo: bit.ly/3bhdwsy)

Quella sul lago di Tiberiade è la terza apparizione del Risorto. Tutto accade al margine di una notte dove gli apostoli non hanno pescato nulla. Non riconoscono subito Gesù. Ma dopo una pesca miracolosa è Giovanni, il discepolo che Gesù amava, che intuisce e da l’annuncio: “E’ il Signore!“.

Tutto si rimette in moto e Pietro memore della sua storia si stringe la veste ai fianchi e si getta in mare. Perché lo fa? Non certo per nuotare meglio! Forse, questo particolare, è un espediente letterario che l’evangelista Giovanni usa per dire altro. Una suggestiva interpretazione suggerisce che Pietro sulla barca era senza vestito perché era come Adamo: nudo di fronte a Dio, e si vergogna del suo peccato.

E, come Adamo si mette la foglia di fico, così Pietro si copre.

Il peccato lascia segni indelebili nella nostra psiche e ci vediamo davanti agli altri inadeguati e svergognati. Figuriamoci poi davanti a Gesù!

Ma Pietro è coraggioso, come sempre.

Quel grido: “E’ il Signore!” lo fa sobbalzare e pur con vergogna si getta in mare per abbracciare il suo Signore.

Questa è la santità: cadere e rialzarsi!

Gesù siamo nudi davanti a te, ma tu rivestici della tua misericordia.

admin@villaggiobari

Devi aver fatto il login per pubblicare un commento.